Corea del Nord, The Donald: "I colloqui con Kim saranno un successo"

L'alternativa e' la guerra commerciale, ventilata da Trump e messa in preventivo dalla stessa commissaria Malmstrom, secondo la quale da tempo l'Europa ha pronte misure di ritorsione su di una serie di beni americani, ma prima - ha ribadito la Malmstrom - Bruxelles negoziera' fino al giorno dell applicazione concreta dei dazi. "Gli Stati Uniti - conclude la Coldiretti - sono di gran lunga il principale mercato di riferimento per il Made in Italy fuori dall'Unione europea con un impatto rilevante anche per l'agroalimentare". "La promessa (di Pyongyang) è che non spareranno missili nel frattempo, e che progettano di denuclearizzare, il che sarebbe fantastico", aveva aggiunto.

"Una guerra commerciale porterebbe solo disastri per tutti: Pechino non la vuole", ha invece detto il ministro del Commercio cinese Zhong Shan. L'annuncio dell'incontro arriva a sorpresa, in una giornata dominata dai dazi sull'acciaio e l'alluminio. "Il vino risulta essere il prodotto piu' gettonato dagli statunitensi, davanti a olio, formaggi e pasta".

Assieme a GTM Research e MAKE Consulting gli analisti hanno stimato che un amento dei prezzi delle materie prime potrebbe comportare un aumento dal 3 al 5 percento del costo energetico livellato per le centrali elettriche rinnovabili negli Stati Uniti. Due giorni fa c'è stato un summit tra una delegazione nordcoreana e i rappresentanti della Corea del Sud, con Kim Jong-Un che ha espresso il desiderio di scrivere una nuova storia di riunificazione nazionale.